Crostata di mousse alle fragole e cioccolato bianco
Crostata di mousse alle fragole e cioccolato bianco

crostata di mousse alle fragole e cioccolato biancoLa crostata è uno dei dolci più amati! Dopo avervi presentato la CROSTATA CLASSICA semplice e ricca di confettura, la CROSTATA ALLA FRUTTA fresca e cremosa, è il turno della CROSTATA MOUSSE: un ripieno cremoso racchiuso in un guscio croccante.

Avevo già proposto una CROSTATA MOUSSE AL CIOCCOLATO FONDENTE ed oggi è il turno della CROSTATA MOUSSE ALLA FRAGOLA. Provatela e lasciatevi conquistare dalla sua leggerezza e non perdete l’occasione di assaggiarla anche in versione frutti di bosco!

Scopri tutte le foto

Ricette correlate

#RicetteLuCake

Cucinala, fotografala e condividila su Instagram usando hashtag #RicetteLuCake. Ecco il risultato di chi l’ha già provata:

13 risposte

  1. Ciao! Quindi il cioccolato bianco serve solo per impermeabilizzare la frolla e non si mette nelka mousse…giusto??!

    1. Ciao Ilaria,
      esatto! IL cioccolato bianco non va inserito nella mousse, ma steso sulla frolla. Sia per renderla impermeabile e mantenerla croccante e sia per dare una nota in più di sapore! 🙂

    2. Ciao Luca! Ho lo stesso stampo e con la cottura in bianco a forno statico, come da te indicato, ho problemi di crollo di bordi. In realtà anche a forno ventilato, ma di meno. L’unica differenza fra il tuo procedimento e quello da sempre adottato da me sta nel fatto che tu imburri e infarini lo stampo microforato. Pensi che questo aiuti il bordo a non crollare? Se sì, perché? Non riesco a darmi una spiegazione. Buona giornata

      1. Ciao Ilaria 🙂
        Non sempre imburro e infarino lo stampo, a volte utilizzo lo spray staccante e il crollo dei bordi non è dovuto a questi dettagli. Come ho suggerito nel punto 1 nella parte in basso nei miei consigli di LuCake, puoi utilizzare il metodo dei legumi per la prima metà cottura, di modo che aiutino a sostenere e far seccare e cuocere il bordo nella fase iniziale della cottura, per poi togliere i legumi sul foglio di carta da forno e continuare la cottura senza, ma in quel modo nella parte iniziale della cottura dove la frolla prende stabilità e struttura i legumi sorreggeranno il bordo facendo si che mantenga quella posizione. Trovi tutti i dettagli a riguardo nel punto 1 dei consigli 🙂

    1. Quando sciogli il burro di cacao diventa molto liquido e assomiglia ad olio… quindi meglio utilizzare il cioccolato o bianco o quello che più preferisci 🙂

  2. Ciao Luca… Ho in casa la gelatina in polvere sulle istruzioni mi dice che una busta equivale a due fugli di gelatina… Perciò quante ne devo mettere? Grazie

    1. Ciao Simona,
      non so di che tipo di gelatina in polvere si tratti ma è difficile capirlo… scrivere sulla confezione che equivale a due fogli di gelatina (colla di pesce) è generico e poco dettagliato, perchè in commercio ci sono i fogli che pesano 2 g e quelli che pesano 5 g. Di conseguenza avrebbero dovuto scrivere proporzionando e paragonando il peso della gelatina in polvere al numero di grammi di colla di pesce e non al numero di fogli generico, di modo che fosse stato possibile capire quanto gelatina in polvere serve per sostituire quella in fogli 🙂

    1. Ciao Andrea! Solitamente se si utilizza agar agar, ne serve circa il 30%-40% rispetto al peso della colla di pesce 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unisciti alla mia community di Instagram

Oggi conta 670.000 amici con cui ogni giorno condivido nuove ricette

profilo lucake instagram